Contenuto principale

Newsletter 10 - Ottobre 2019

LA MONTAGNA UNISCE GENTI E SCELTE SOSTENIBILI
Gli incontri regionali e nazionali che ci hanno coinvolto in questo ultimo periodo hanno ribadito che "la Montagna unisce" genti e scelte sostenibili guardando alle necessità del futuro possibile. Per il Cai c'è l'impegno fondativo, ribadito nel 150°,  continuo e responsabile, che promuove  la conoscenza, la ricerca scientifica, la tutela dell’ambiente, consolidato in un documento programmatico del 1981 e rivisto nel 2013 noto come “Bidecalogo.
Come Cai-Tam, coerenti con tradizione e identità delle terre alte, ribadiamo la necessità di "prendersi cura della Montagna", investire su infrastrutture materiali e immateriali, centri visite e musei, comunicazione e banda ultra larga, viabilità, servizi, cultura e scuole. L’azione del Cai, nazionale e unitaria, conserva e promuove le caratteristiche uniche di ogni area montana, in termini di paesaggio e risorse (servizi ecosistemici). Si vogliono contrastare spopolamento e spaesamento, promuovere il ritorno nelle aree montane, incentivare gli investimenti e rendere la montagna un luogo attrattivo per le giovani generazioni e per coloro che vogliono fare impresa. Il Sistema delle Aree Protette, Rete Natura 2000, progetti nazionali come Sentiero Italia Cai, in cammino nei parchi, 150 casi, medimont parks, montagna pulita, Agenda 2030, CETS, villaggio degli alpinisti sono esempi di buona gestione (visione olistica del Cai e turismo educante). fdd

GIORNATA NAZIONALE CAI – AGGIORNAMENTO NAZIONALE OPERATORI TAM
PRENDERSI CURA DELLA MONTAGNA - 19-20 ottobre 2019 - Vittorio Veneto (TV) - Cansiglio  - nuovi aggiornamenti nel sito www.cai-tm.it

Organizzazione a cura della Commissione Centrale TAM, in collaborazione con la Commissione Interregionale TAM Veneto e Friuli Venezia Giulia, i Gruppi Regionali Veneto e Friuli Venezia Giulia e la Sezione di Vittorio Veneto
PRENDERSI CURA DELLA MONTAGNA - CONVEGNO
Sabato 19 ottobre 2019 - Vittorio Veneto (TV)
c/o “Le Filande”, via della Seta, località S. Giacomo di Veglia
ESCURSIONE - VISITA GUIDATA ALLA FORESTA DEL CANSIGLIO
Domenica 20 ottobre 2019 - Orario 8-14
Partenza alle 8.00 da “Le Filande” - Termine escursione alle 14.00 (indicativo) - Difficoltà T-E
 
SIAMO PROSSIMI A QUESTO SINGOLARE E IMPORTANTE APPUNTAMENTO!!!
Dopo le positive giornate del 28, 29 e 30 giugno di aggiornamento nazionale a Champoluc in Val d'Aosta sul tema bacini sciistici impianti di risalita, innevamento artificiale sempre con riferimento al cambiamento climatico, - come già anticipato - ecco la proposta in Veneto per l'ancora più importante giornata nazionale CAI "Prendersi cura della montagna”. Questa volta a nord est, dove il cambiamento climatico è sul tema legato alla tempesta Vaia. Si intende fare un'analisi della situazione, capire come siamo messi ora e vedere soprattutto in che modo il CAI può essere utile per il superamento delle criticità e il contenimento di danni da eventuali altri episodi. L'occasione per monitorare sul tema "bosco" a livello nazionale.

Vai al programma

CRTAM IN CAMMINO


CRTAM - Lombardia
"PARCHI E RISERVE DELLA ALPI E DELLE PREALPI LOMBARDE"
Avviato il ciclo di incontri che si svolgeranno presso le sedi dei Parchi Lombardi fino al 9 novembre 2019 .
21 - 22 ottobre - Riserva Pian di Spagna (CO) - ZSC Val Codera (SO) - Impatto delle attività antropiche sull'avifauna - Attività estrattive e agricoltura di montagna
Vedi il programma completo degli incontri

CRTAM - Lombardia
Escursioni 2019 nelle aree "Rete Natura 2000"
Pubblicato il calendario delle escursioni nelle aree "Rete Natura 2000" proposte dalla Commissione TAM lombarda.
Prossimi appuntamenti: 
Domenica 10 Novembre: Riserva Naturale “Torbiere del Sebino” - ZSC/ZPS
Domenica 10 Novembre: Sasso Malascarpa – Triangolo Lariano - ZSC/ZPS
Vai al programma delle escursioni

CITAM - Veneto – Friuli V.G.
“VIVERE L’AMBIENTE”
è un laboratorio stabile di iniziative ambientali – culturali organizzato sotto il patrocinio della Commissione per la Tutela dell’Ambiente Montano del CAI. 
Con le nostre attività intendiamo divulgare idee di ecologia, di rispetto e tutela dell’ambiente, di valorizzazione e promozione sostenibile del territorio nel complesso dei suoi valori naturali, culturali, sociali; di stimolo e riflessione su problematiche ambientali.
Prossimi appuntamenti:
DOMENICA 6 OTTOBRE 2019
Da Vedelago a Treviso (in bicicletta)
SIC IT3240028 Fiume Sile dalle sorgenti a Treviso Ovest
ZPS IT3240011 Sile: sorgenti, paludi di Morgano e S.Cristina
Magico Sile. Dove sgorga la meraviglia
Organizza CAI Dolo e ARCAM
DOMENICA 27 OTTOBRE 2019
Monte Baldo, Bess, Terre Verdi dal Passo San Valentino (TN)
SIC ZSC IT3120173 Monte Baldo di Brentonico
La Biodiversità si mette in mostra
Organizza CAI Rovigo
Vai al programma completo

CRTAM Emilia Romagna
INCONTRI TAM 2019 (+ Aggiornamento Operatori TAM)
Prossimi appuntamenti:
12-13 ottobre «Acqua» - Parco Nazionale delle Foreste
Casentinesi (FC) Con visita al museo Idro e ai cunicoli della Diga di Ridracoli
16-17 novembre «Vita in montagna: vecchi e nuovi mestieri» - Casa Calistri, Granaglione (BO) Con visita al birrificio artigianale Beltaine
Vai al programma completo

CAMBIAMENTI CLIMATICI E AMBIENTE MONTANO - CONVEGNO


SIENA -19 e 20 ottobre 2019

La Commissione Tutela Ambiente Montano della Sezione di Siena con la collaborazione della Commissione Regionale Tutela Ambiente Montano Toscana, organizza un importante evento sui cambiamenti climatici con particolare riferimento al contesto montano.
Il Convegno costituisce un’importante occasione per approfondire, dialogare e richiamare, ancora una volta, l’attenzione su di una tema di vitale importanza.
Il convegno è aperto a tutti i soci e cittadini e costituisce attività di aggiornamento per gli operatori TAM del CAI.
Con il Patrocinio: Comune di Siena, dell’ Università per Stranieri e  del Dipartimento di Scienze fisiche, della Terra e dell’ambiente dell’Università degli Studi di Siena
 
Vai al programma e i dettagli
 

IL PIANETA AL BIVIO


Al summit sul clima delle Nazioni Unite, Greta Thunberg non ha usato giri di parole per accusare i leader di tutto il mondo di non fare abbastanza per salvare il Pianeta (Guardian). Nella settimana delle mobilitazioni globali sul clima (Ohga), l’ultimo rapporto Onu sullo stato dei ghiacciai lancia l’ennesimo allarme: inondazioni e alluvioni in futuro saranno inevitabili e le conseguenze ancora più devastanti (Washington Post). Il tempo a disposizione è poco eppure siamo lontani dall’invertire la rotta, tanto che quest’anno l’Earth Overshoot Day, il giorno in cui la Terra termina le risorse disponibili in un anno, è caduto il 29 luglio. Nel 2018 era stato il primo agosto, vent’anni fa cadeva a settembre (Quartz). La caratteristica di questo sovrasfruttamento è il disequilibrio: da un lato, c’è chi consuma e contribuisce alla crisi climatica; dall’altro, chi paga il conto di un modello di sviluppo che produce enormi disparità: “chi ha di più, ha anche più accesso ai servizi, vive in un ambiente più salubre, viaggia, conosce, sogna. Chi ha di meno, conosce sempre più privazioni”. Un paradosso che ci mostra come la questione ambientale sia anche e soprattutto una questione politica e sociale.
Vai agli articoli

RUSPE SUL GHIACCIAIO


Ruspe sul ghiacciaio…largo agli sciatori
Nonostante il cambiamento del clima stia sempre più evidenziando i suoi effetti negativi sui ghiacciai alpini, l'industria del turismo sciistico sembra non conoscere limiti, e a Pitztal, in Austria, i ghiacciai li piallano, li scavano con le ruspe per farne piste da sci. 
Vai all'articolo

ANTROPOCENE – IL FILM


“Antropocene - L'epoca umana”, il film-denuncia ambientalista in tutte le sale italiane. Il film testimonia le trasformazioni che l’uomo ha apportato al pianeta nell'ultimo secolo, tanto da evocare l'inizio di una nuova era geologica: l’Antropocene. Questo termine, che indica questa epoca nuova della storia del pianeta dominata dall'uomo, è una definizione molto cara a Paul Crutzen, premio Nobel per la chimica. Dal 19 settembre nelle sale italiane.
Vai all'articolo su Lo Scarpone

LE ALPI TRA CLIMA E METEOROLOGIA


“Breve storia delle Alpi tra clima e meteorologia”: da settembre a novembre sette presentazioni in quattro regioni
Il libro di Aleex Cittadella, uscito la primavera scorsa con CAI e Franco Angeli, intende fornire un quadro d’insieme sull’emergere della questione climatica nel contesto alpino .Primo appuntamento il 20 settembre a Tolmezzo.
“Il CAI, che condivide e supporta la preoccupazione determinata dai cambiamenti climatici e mobilita le proprie strutture per un sempre maggiore impegno nella tutela dell'ambiente e quindi del clima, con questo volume intende contribuire a quella consapevolezza necessaria affinché il nostro futuro sia orientato nella migliore direzione”, scrive il Presidente generale Vincenzo Torti nella prefazione.
Vai all’articolo e al programma delle presentazioni...Vai all’articolo e al programma delle presentazioni

Montagne 360 - "Guardare alla montagna in modo nuovo" - Editoriale del nostro Presidente Vincenzo Torti

Socie e Soci carissimi,
mentre mi accingevo a scrivere queste righe, per condividere la gioia e la soddisfazione della fine dei lavori di costruzione della Casa della Montagna di Amatrice, la terra del Centro Italia ha tremato ancora. Una forte scossa, fortunatamente senza vittime, ha risvegliato timori che, se pure assopiti, erano comunque ben lungi dall’essere stati rimossi. A tre anni dalla prima, tremenda scossa di terremoto che, mietendo centinaia di vittime, ha distrutto splendidi borghi, si levano, legittime, le doglianze di chi confidava in un più tempestivo avvio della
ricostruzione e della ripresa di una accettabile vivibilità per coloro che non avevano inteso, né intendono, lasciare il proprio paese....continua a leggere

Osservatorio Ambiente: BEN FORMATI E BEN INFORMATI!

Di fronte alle nuove sfide che i cambiamenti climatici, ma anche quelli sociali, stanno imponendo alle nostre montagne, la soluzione è
sempre una sola: investire su un’ottima formazione degli operatori e anche su una valida e solida informazione per tutti i fruitori...continua a leggere



A presto e Buona Montagna a tutti con la TAM del CAI!