Contenuto principale

Montagna 360 - Osservatorio Ambiente - Maggio 2015Osservatorio Ambiente - Montagne 360 - maggio 2015

Fonti d’energia rinnovabili: si, ma con discernimento.

L’ennesima  collina  “solarizzata”  o  una torre  eolica  abbattuta  a  terra  da  raffiche di vento (Cilento febbraio 2015) non fanno più notizia. Nemmeno si evidenzia come la producibilità specifica media degli impianti eolici italiani (intorno a 1600 Wh/W = ore anno a P nominale) confermi che la ventosità turbolenta e incostante della  nostra  penisola  non  è  confacente ad una sostenibile elettroproduzione eolica. Né fa notizia che le produzioni eolica e  fotovoltaica,  nate  disordinatamente sul  territorio,  stanno  destabilizzando l’equilibrio gestionale delle reti elettriche, producendo,  come  da  recenti  delibere dell’Autorità  per  l’Energia,  la  necessità di impianti di accumulo delle sovrapproduzioni non programmabili, con ulteriori ripercussioni  economiche  e  ambientali. Le FER sono sicuramente il nostro futuro, ma necessitano di una seria valutazione costi/benefici, visti i problemi economici e gestionali e gli effetti sull’ambiente, specie montano. C’è bisogno di capire e di  discutere  e  il  CAI  non  si  tira  indietro, portando il suo piccolo contributo con il nuovo quaderno CCTAM n.7 dedicato al tema Energia e Ambiente: buona lettura
per un’energia migliore! www.cai-tam.it/energie-articolo

Montagna 360 - Osservatorio Ambiente - Dicembre 2014 maggio 2015 - Osservatorio Ambiente - Montagne 360 - Fonti d’energia rinnovabili: si, ma con discernimento