Contenuto principale

Newsletter 7 - Luglio 2019

ALPI APUANE : capacità di innovare nell'uso delle risorse naturali e di intercettare le necessità del futuro. Riuscire a guardare oltre il 2030. L'impegno a tutelare e ripristinare.

Sabato 20 e domenica 21luglio 2019 il Cai CCTam, insieme al GR Cai Toscana, al Gruppo di Lavoro nazionale "Alpi Apuane" e alla CRTAM si interroga su ciò che si possa fare per le Alpi Apuane. Si tratta di un luogo eccezionale che merita grande attenzione sia per quanto concerne lo studio la conoscenza sia per quanto riguarda la tutela. Cresce l'impatto delle cave ed è determinante  riuscire ad intervenire con una tutela attiva e preventiva che riesca ad indicare un percorso alternativo all'uso distruttivo ed irreversibile della montagna. Raccogliendo le attuali indicazioni del "Sentiero Italia Cai" abbiamo argomenti convincenti con la frequentazione naturalistica e culturale della montagna; c'è poi tutta l'attività educazione ambientale rivolta ai giovani e aperta al mondo della scuola con studenti e insegnanti;  c'è poi l'impegno attivo di soci giovani e meno giovani nei laboratori all'area aperta, nella realizzazione della segnaletica e per la tematizzazione dei Sentieri. Contrastiamo consumo di suolo e inquinamento anche con messaggi semplici ma efficaci come "evviva la borraccia liberi dalla plastica". Le Apuane sono scrigno di biodiversità, con le  pareti che si innervano verticali dalla costa e ci proiettano nella pennino . Non meritano di scomparire a causa delle Cave che le stanno letteralmente mangiando e distruggendo. Come Cai siamo responsabilmente consapevoli di questa grave perdita, di questo danno all'ambiente, di questo sfruttamento di risorse naturali che è giusto siano conservate per le generazione future.

Domenica 21 luglio, dopo l'escursione del mattino,il pieno sostegno all'evento Musica delle Apuane(suonerà anche il nostro Luca Tommasi della CCTam)  con Kinnara, Omaggio a Fabrizio De Andrè, a Campocecina dalle ore 17.00 con Paolo Pardini, Andrea Vezzoni, Cesare Lo Jacono e Luca Tommasi.
29 e 30 GIUGNO 2019 - Aggiornamento Nazionale Cai Tam 2019: Convegno ed Escursioni per conoscere il Vallone delle Cime Bianche
Carissimi tutti, con circa 180 partecipanti al Convegno di sabato, l'Aggiornamento nazionale è stato un'esperienza entusiasmante, confermata dal pieno e sentito svolgimento delle due escursioni previste nella domenica.
Giornate indimenticabili che lasceranno il segno in tema di bacini sciistici, impianti di risalita e innevamento artificiale.
La necessità è di riuscire a guardare oltre, valutando con attenzione investimenti che toccano il futuro, con la obbligatoria visione e anticipazione. Nei prossimi anni la sola tutela non sarà sufficiente, ma dovremo agire per il ripristino degli ambienti, di aria, acqua e suolo, indispensabili per il mantenimento dei cicli vitali alla sopravvivenza dell'uomo e di ogni altra specie.
Nel sito www.cai-tam.it trovate un primo aggiornamento di documenti ed interventi. Inoltre il documento conclusivo.
A presto per ulteriori materiali.

CRTAM IN CAMMINO

CRTAM - Lombardia - "PARCHI E RISERVE DELLA ALPI E DELLE PREALPI LOMBARDE"
Avviato il ciclo di incontri che si svolgeranno presso le sedi dei Parchi Lombardi fino al 9 novembre 2019 .
Prossimo incontro: 20 - 21 luglio - Parco Adamello (BS) - Cambiamenti climatici e ghiacciai
Vedi il programma completo degli incontri

Escursioni 2019 nelle aree "Rete Natura 2000"
Pubblicato il calendario delle escursioni nelle aree "Rete Natura 2000" proposte dalla Commissione TAM lombarda.
Prossimi appuntamenti:
Domenica 17 e lunedì 18 Agosto: "Dolomiti" Valtellinesi - Monte Scale e Monte Plator - Valle di Fraele - SIC
Vai al programma delle escursioni

CITAM - Veneto – Friuli V.G.
“VIVERE L’AMBIENTE” è un laboratorio stabile di iniziative ambientali – culturali organizzato sotto il patrocinio della Commissione per la Tutela dell’Ambiente Montano del CAI.
Con le nostre attività intendiamo divulgare idee di ecologia, di rispetto e tutela dell’ambiente, di valorizzazione e promozione sostenibile del territorio nel complesso dei suoi valori naturali, culturali, sociali; di stimolo e riflessione su problematiche ambientali.
Prossimo appuntamento: 21 luglio 2019 - Lo sfruttamento dei torrenti alpini in aree NATURA 2000 - Organizza CAI Dolo e CAI Mestre     - Val Talagona - Domegge di Cadore (BL)
Vai al programma completo

CRTAM Abruzzo - CRTAM Molise - domenica 21 luglio 2019
Giornata di Aggiornamento TAM "Caratteristiche floristiche e vegetazionali della flora appenninica"
La Giornata di Aggiornamento interregionale Abruzzo e Molise per Operatori TAM si svolgerà nel Molise, a Capracotta, nel Giardino della flora appenninica, domenica 21 luglio 2019.
Parteciperanno operatori TAM dell'Abruzzo, del Molise e del Lazio, oltre ad uditori appartenenti alle Sezioni Cai. Sarà una condivisione di conoscenza e tutela dell'ambiente con lezione e visita guidata.
Vai al programma completo

LUPO E GRANDI CARNIVORI - IL CONVEGNO DI VICENZA E’ ON LINE

"Il convegno "Lupo e grandi carnivori nelle montagne italiane - opinioni a confronto" svolto a  Vicenza il 6 aprile scorso è andato molto bene e ora è disponibile per chi è interessato a sentirne i contenuti", annuncia il referente del Gruppo Grandi Carnivori CAI Davide Berton.
Vai ai filmati del convegno

UN DEVERO DA NON “VALORIZZARE”

Un anno fa è partita la petizione “Salviamo l’Alpe Devero”. E’ seguita un’ondata di consensi. Oggi le firme contro i progetti di nuovi collegamenti  e di devastanti impianti d’innevamento artificiale sono 77.655.
Va ricordato, con le parole di Erminio Ferrari, rinomato scrittore ossolano, che non si tratta di “valorizzazione del territorio”, ma di business; non di “interesse pubblico”, ma di speculazione privata. Quanto al concetto di comprensorio sciistico, è dimostrato che l’industria dello sci di pista è deficitaria sull’intero arco alpino, eccetto poche aree in alta quota e quelle che inghiottono fondi pubblici ad appianamento dei deficit.
Continua a leggere

SUI SERVIZI ECOSISTEMICI

Servizi ecosistemici. Chi paga?
In natura esiste un’ampia offerta di Servizi ecosistemici (Se), e cioè quei beni e servizi legati agli ecosistemi che supportano il benessere umano. Sono stati classificati nel Millenium Ecosystem Assessment della Nazioni Unite, e poi ottimizzati nell’iniziativa della Commissione Europea chiamata Cices .  Oggi tale classificazione è diventata il riferimento per i sistemi nazionali di contabilità ambientale e per la mappatura dei servizi ecosistemici stessi. La classificazione Cices divide i Se in tre grandi categorie: i servizi di approvvigionamento (cibo, legname e acqua); i servizi di regolazione (controllo dell’erosione del suolo, purificazione dell’acqua, assorbimento dell’anidride carbonica); i servizi culturali (attività turistiche, ricreative, sportive e per l’appunto culturali)....continua a leggere l'articolo su Dislivelli

ALPI GIULIE RISERVA MONDIALE UNESCO

Le Alpi Giulie in Friuli Venezia Giulia e il “Po Grande”, tratto medio padano del fiume Po che si estende tra Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, hanno ricevuto il riconoscimento da parte del Consiglio internazionale del Programma Mab (Man and Biosphere) dell’UNESCO come riserve mondiali.
Continua a leggere

Il programma completo del Convegno e i relativi moduli per l’iscrizione al link

Montagne 360 - Quell’italiano sul distintivo…spesso dimenticato - Editoriale del nostro Presidente di Vincenzo Torti

Socie e Soci Carissimi, questo mese desidero condividere una delle tante riflessioni che da Voi ricevo, quella che, in avvio del nuovo mandato presidenziale conferitomi dall’Assemblea dei Delegati di Milano, mi sembrava che più valorizzasse l’impegno a tutti i livelli, non escluso quello centrale, sottolineandone la positiva ricaduta sulla situazione associativa di ciascuno di noi. Ringrazio Rodolfo Rabolini e lascio a lui... le parole. Vincenzo Torti - Presidente generale Cai...continua a leggere

Osservatorio Ambiente: CIRCOLARE

L’economia circolare (è un termine generico per definire un’economia pensata per potersi rigenerare da sola. In un’economia circolare i flussi di materiali sono di due tipi: quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, destinati a essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera, nda), se ci pensiamo bene, corrisponde a quella che è sempre stata l’economia di gran parte delle aree montane o interne, dove i cicli produttivi erano legati al rispetto delle risorse naturali e i mezzi produttivi mantenuti e riusati in continuo. ...continua a leggere


A presto e Buona Montagna a tutti con la TAM del CAI!