Contenuto principale

Gennaio 2019 - Newsletter 1

Video

FILMATO - Ritorno dei grandi carnivori in montagna: la posizione del CAI

CRTAM/CITAM IN CAMMINO...

Le Commissioni TAM Regionali stanno mettendo a punto i loro programmi che come sempre comprendono corsi, convegni, incontri, aggiornamenti, escursioni e altro. Tutte le iniziative sono raccolte, o lo saranno a breve, nel sito CAI-TAM alle pagine dedicate alle Commissioni Regionali.

http://www.cai-tam.it/

VIVERE L’AMBIENTE – 2019 – 23° CICLO

Al via l’edizione 2019 di Vivere l’ambiente per l’organizzazione delle Sezioni CAI di Mestre e Dolo. La rassegna di quest’anno è intitolata “NATURA 2000, una rete europea a tutela della biodiversità”. Il primo incontro, il 15 marzo prossimo, dedicata al tema “I Siti di Interesse Comunitario per la protezione e la conservazione degli habitat e delle specie animali e vegetali”.
A breve sarà pubblicato il programma completo sul sito...continua a leggere - eventi 2019

IL GIPETO IN VAL D’AOSTA

Splendido avvoltoio reintrodotto nelle Alpi con un progetto che dura da una trentina di anni, il gipeto ha ancora bisogno di protezione. Il Parco nazionale del Gran Paradiso, in accordo anche con le Guide Alpine, ha deciso di chiudere l’accesso ad un settore del Parco intensamente frequentato dagli appassionati di arrampicata su cascate di ghiaccio, per salvaguardare il sito di nidificazione in Valnontey...continua a leggere

ATTIVITA' DEL GRUPPO GRANDI CARNIVORI

Nel 2019 va in stampa il diario scolastico sui grandi carnivori, con disegni, foto e testi, mentre il Convegno nazionale è in programma a Vicenza sabato 6 aprile Leggi l’articolo di Davide Berton, Coordinatore Gruppo Grandi Carnivori…continua a leggere

NOVE PARCHI ITALIANI PREMIATI DA BRUXELLES

Da Bruxelles giunge una bella notizia per i Parchi italiani. Ben 9 aree protette sono state premiate con la Carta Europea per il Turismo Sostenibile (CETS), un importante riconoscimento che certifica le prestazioni di un parco nell’ottica dello sviluppo del turismo sostenibile...continua a leggere

AGENDA 2030 - FESTIVAL DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

Il CAI conferma la sua adesione e sostegno all’ASVIS per il 2019 e segnala che si svolgerà dal 21 maggio al 6 giugno il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019, promosso da ASVIS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), al quale è possibile partecipare iscrivendo fin d’ora le proprie iniziative, contribuendo così al raggiungimento dei 17 GOALS dell’Agenda 2030. Segnala, partecipa e organizza eventi sullo sviluppo sostenibile...continua a leggere

SEGNALAZIONE – ESCURSIONI SULLE TRACCE DEI LUPI

Il Gruppo Grandi Carnivori (GGC), Alpi Centrali "Lombardia" del CAI, organizza tre incontri rivolti agli Operatori TAM e ONC, per insegnare le tecniche di riconoscimento della presenza dei lupi sul territorio.
Date e luoghi di ritrovo:
13 Gennaio 2019 - Val Tidone (PC) - Ritrovo a Nibbiano ore 9.00.
Percorso: San Silverio-Grazzi, dislivello + 320m.
10 Febbraio 2019 - Val Staffora (PV) - Ritrovo a Varzi ore 9.00.
Percorso: Castellaro - Colle della Seppa, dislivello + 794m.
23 Febbraio 2019 - Val Cavargna (CO) - Ritrovo a Cavargna ore 8.30.
Percorso: Alpe Stabbiello o Alpe Tappa, dislivello + 500m.

Per ulteriori informazioni ed iscrizioni alle uscite, inviare una email a:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Montagne 360 - Il buon anno? Si vede dal mattino - Editoriale del nostro Presidente di Vincenzo Torti

Socie e Soci carissimi, vorrei condividere con Voi, come messaggio ben augurale, la letterina che il piccolo Achille ha scritto al Sindaco di Roccapietore, il Comune delle montagne di nord-est maggiormente colpito dagli eventi dello scorso 29 ottobre: “Sono Achille Marigo, ho nove anni e abito a Mira (VE). Mi piace molto andare in montagna e siccome mi dispiace per quello che è accaduto vorrei rivedere montagne con i boschi perché da grande mi piacerebbe entrare nel Corpo Forestale. Vi dono un aiuto con i miei risparmi”...continua a leggere

Osservatorio Ambiente: TORNERÀ IL BOSCO

Ci vorranno anni, ma le ferite della tremenda sciroccata di fine ottobre si chiuderanno, esattamente come quelle che 100 anni fa segnavano dopo la guerra le nostre montagne. Oggi contempliamo il danno che non è solo economico, ecologico o paesaggistico, ma anche psicologico per lo shock subito da chi ha visto cambiare in una notte il proprio mondo. Una grande perturbazione ecologica, ossia una distruzione rapida degli equilibri creatisi nel tempo e nello spazio, che ha interessato con intensità diversa quattro regioni, sconvolgendo intere vallate amate dagli escursionisti...continua a leggere

A presto e Buona Montagna a tutti con la TAM del CAI!