Contenuto principale

Educazione Ambientale: Neve e Natura - nel Parco Nazionale Appennino Tosco EmilianoEducazione Ambientale: Neve e Natura - nel Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano

1° gruppo: 25 - 27 febbraio 2015                      2° gruppo: 22 - 24 aprile 2015

Il Club Alpino Italiano ha svolto, nel mese di ottobre 2014, un Corso nazionale per docenti nel Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano, organizzato d'intesa con il MIUR. Da quella iniziativa formativa è scaturita l’idea della visita d'istruzione sui monti dell'Emilia Romagna con la funzione educativa dell'incontro tra Scuola, Cai-Tam e Parco, arricchito dalla partecipazione della Federparchi. La Due visite d'istruzione nei giorni 25-27 febbraio e  22-24 aprile 2015 sono state organizzate dall'IC Chioggia 3 - SSI "G. Olivi", grazie all'interessamento di chi ha partecipato al Corso Cai. Sono stati raccolti i messaggi e le opportunità offerte dal Parco, in collaborazione con la Tam del Cai. Con il progetto Neve Natura e Cultura d’Appennino il Parco si è rivolto agli studenti per avvicinarli all’ambiente dell’Alto Appennino. L'esperienza sulla neve è diretta, con le ciaspole e gli sci da fondo, su tracciati innevati sui prati e nei boschi ovattati di bianco. Le attività in ambiente amplificano le esperienze sensoriali e, con le lezioni nel rifugio,  lasciano tracce significative nell'apprendimento utile anche a Scuola su ecologia, tutela, geografia, meteorologia, ambiente e letteratura relativa all’Appennino. C'è poi l'incontro con la storia, le comunità e le produzioni, tramite visite guidate nei castelli e nelle aziiende di produzione del parmigiano reggiano. Per gli studenti di Chioggia si tratta di un'esperienza particolare per motivi diversi in quanto l'Appennino tosco-emiliano e il Parco sono realtà praticamente sconosciute. Inoltre per molti la neve in montagna è una grande e sorprendente novità, che ha portato a cimentarsi con le racchette da neve e con lo sci da fondo. Gli alunni, assistiti da personale del Parco e del Cai, sono accompagnati alla scoperta dei valori del territorio. Denominatore comune tra scuola, enti e associazioni è l’attenzione irrinunciabile all’ambiente come valore paesaggistico, naturalistico, sociale e culturale nel quale lo stretto rapporto tra uomo e natura assume le declinazioni più diverse. Per tutti, alunni e insegnanti si è trattato di una significativa opportunità che ha avvicinato a un territorio protetto fortemente plasmato dalla presenza dell'uomo con i coltivi e l'allevamento. I territori del Parco si sviluppano dal crinale appenninico principale alle colline del suo intorno; nell'insieme presentano una grande varietà di ambienti con una fitta rete di castelli, pievi, borghi, oratori, antiche strade e torri che nel loro insieme costituiscono le tracce più evidenti del grande retroterra storico-culturale della collina reggiana. Luoghi resi famosi da Matilde di Canossa (1046-1115), figlia di Bonifacio, marchese di Toscana, e della contessa Beatrice di Lotaringia.

pdf 25 - 27 febbraio 2015, Cai-Tam & Scuola - PNATE: Educazione Ambientale: Neve e Natura

pdf 22 - 24 aprile 2015, Cai-Tam & Scuola - PNATE: Educazione Ambientale Neve e Natura