Contenuto principale

6 marzo 2014 - Parchi Territori PopolazioniPARCHI - TERRITORI - POPOLAZIONI

Il ruolo operativo dei Consigli Direttivi
- i Parchi per funzionare hanno necessità dei Consigli Direttivi
- a loro il compito di programmare e pianificare l'attività
- Il Parco nazionale della Val Grande

Il Parco è una realtà che aggrega territori (molte aree sono interregionali) e popolazioni; con i propri comportamenti si rivolge a cittadini, turisti, imprese, associazioni, altri enti, ecc … che vivono, agiscono, lavorano o comunque accedono nel territorio del parco.

La legge quadro sulle aree protette n.394/1991 indica nello statuto, nel piano del parco  e nel regolamento del parco gli atti fondamentali per disciplinare l'organizzazione e le attività delle Aree protette. Sono gli strumenti indispensabili per le iniziative di tutela, valorizzazione e promozione per territori estesi che contengono ecosistemi, formazioni fisiche, geologiche, geomorfologiche, biologiche. Questi luoghi racchiudono valori naturalistici, scientifici, estetici, culturali, educativi e ricreativi sui quali intervenire ai fini della loro conservazione. Con attenzione alla sostenibilità, si parla di benessere e qualità della vita per le generazioni presenti e future.

Il Consiglio Direttivo del Parco con la programmazione definisce gli obiettivi, anche a lungo termine e adotta gli strumenti di verifica per la rispondenza delle scelte e dei risultati. Particolare è l'attenzione alla gestione amministrativa e tecnica. Detto questo è comprensibile comprendere quanto abbiano sofferto i territori protetti se, addirittura per otto anni, sono stati privi dei CD.

Nel mese di dicembre 2014 il Ministero dell'Ambiente ha nominato molti CD di Parchi nazionali e tra questi il Parco nazionale della Val Grande che appena insediato ha approvato all'unanimità ben quattro piani per le attività future dell'Ente. Si è iniziato con il Piano della performance 2015-2017, che definisce il programma delle attività dell'anno sulla scorta delle risorse disponibili e che sarà oggetto di presentazione e condivisione pubblica con i soggetti e attori pubblici e privati interessati al parco. A seguire sono stati discussi e approvati il Piano triennale della trasparenza e dell'anticorruzione a garanzia della migliore informazione del pubblico sulle scelte di gestione e azione dell'Ente. Gli ultimi due piani sono stati quello operativo delle attività 2015 del CTA-CFS e poi l'aggiornamento 2015-2019 del Piano antincendio.

La Val Grande affascina e piace al Club Alpino Italiano, per il territorio naturale, di grande estensione, ma è anche un eccezionale museo all'aperto con la storia  della cultura alpina. I luoghi hanno progressivamente riacquistato wilderness. Paesaggi e natura selvaggia, dal Monte Rosa al Lago Maggiore, sono potenti fattori di attrazione, con un parco da scoprire sui sentieri, gli alpeggi dimenticati, le fitte boscaglie, gli animali tranquilli e i colori sempre rinnovati. Ambienti da percorrere accompagnati su valloni scoscesi, gole e forre sormontate da impervie pareti e la costante melodia dell'acqua ruscellante.

Ai Parchi il compito di informare, condividere e coinvolgere le comunità locali e la popolazione nel ruolo attivo decisionale, per far crescere il senso delle identità culturali e di appartenenza. Considerando  l'ospitalità dei prossimi anni, la Carta europea del turismo sostenibile (CETS) diventa uno strumento importante e di grande  potenzialità. C'è poi la coesione con le Associazioni di volontariato che, nel caso del Cai, garantisce servizi essenziali come la gestione di un Centro visita e poi interventi sui sentieri e nei rifugi. Cai e Parchi insieme per migliorare ruolo e immagine delle "terre alte" con l'augurio di buon lavoro ai rinnovati Consigli Direttivi nei quali c'è sempre il componente che rappresenta le Associazioni ambientaliste.

6 febbraio 2014  -   Autore: Filippo Di Donato
Presidente Cctam del Cai   www.cai-tam.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   3397459870

pdf 6 febbraio 2014 - Parchi Territori Popolazioni