Contenuto principale

Aggiornamento Tam / Onc 2015CORSO NAZIONALE AGGIORNAMENTO TAM/ONC 2015 - LE ALPI APUANE  Sabato 3 - Domenica 4 ottobre 2015, Massa (MS) Parco Regionale Alpi Apuane

Caro socio, ti informiamo che il Corso di Aggiornamento 2015 voluto dalla Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano (CCTAM) e  dal Comitato Scientifico Centrale (CSC)  è in programma nel Parco regionale Alpi Apuane, area protetta di eccellenti valori, ma di particolari criticità. Abbiamo stabilito le date con ampio anticipo per consentirti di predisporre al meglio la partecipazione.
Con questa prima nota ti indichiamo quindi date e località. L'Aggiornamento, rivolto ai Titolati TAM/ONC è aperto a ogni socio. 
A seguire programma e logistica.
All'Aggiornamento parteciperà il Presidente Generale Cai, Umberto Martini.

Le Apuane sono patrimonio della collettività, un bene nazionale di rilevanza mondiale.

In attesa di un incontrarci, i migliori saluti.

Filippo Di Donato - Presidente CCTAM  -       Carlo Alberto Garzonio - Presidente CSC

--------------------------------------------------------------

Il Cai per le Alpi Apuane. Un impegno condiviso e coordinato del Cai tra Gruppo Regionale Cai Toscana, Commissione Regionale Tutela Ambiente Montano e Sezioni. Il 26 settembre 2014 il Cai ha presentato le Osservazioni al Piano Paesaggistico e se ne parlerà l'8 novembre 2014 in Convegno a Firenze.

Il Club Alpino Italiano tutela territori e ambiente. Uno scopo statutario e ribadito operativamente nel Bidecalogo.

I passi continui per la tutela delle Alpi Apuane sono un esempio dell'azione coordinata del Cai tra Gruppo Regionale Cai Toscana, Commissione Regionale Tutela Ambiente Montano e Sezioni. Al centro dell'attenzione il problema delle cave nelle Apuane con le Osservazioni al Piano Paesaggistico Regionale adottato dal Consiglio Regionale nel mese di luglio 2014. Il Cai propone che il Piano attuativo di bacino, dovendo stabilire quantità sostenibili di materiale estratto, localizzazione delle cave, ecc. sia  di  iniziativa  esclusivamente pubblica e non fatto dai soggetti direttamente interessati allo sfruttamento dei bacini marmiferi, in evidente conflitto di interessi fra obiettivi di profitto e obiettivi di tutela.

Le Alpi Apuane sono tra i luoghi più belli d'Italia. Inserite nell'Appennino si distinguono per l'aspra morfologia dai versanti alti ed inclinati, le valli incise, i profondi abissi e le cavità. Clima e posizione geografica determinano ambienti vari ricchi per flora e fauna. Ci troviamo nel regno del marmo che ha reso famosi questi luoghi anche per testimonianze storiche e culturali. Oggi però le cave segnano irreversibilmente questi territori e sono il problema ambientale più rilevante.

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane è stato anche inserito nella  Rete dei Geoparchi ed è questo un chiaro riconoscimento internazionale che sottolinea gli aspetti di rilevanza geomorfologica, con morene, massi erratici, valli e circhi dell'ultima glaciazione würmiana. Come sostiene la CCTAM, che ha fatto proprio un dossier sull'argomento, un Geoparco dovrebbe comportare l'adozione dei criteri stabiliti nella Carta della Rete Europea dei Geoparchi (C.R.E.G.)  e  della  Carta  della  Rete  Globale  dei  Geoparchi  (C.R.G.G.)  con alimentando le  attività  economiche ambientalmente compatibili e sostenibili.

Il Cai teme che per le Apuane si aggravi una  situazione  già fortemente compromessa e questo è all'attenzione nazionale della CCTAM e della Segreteria Ambiente anche alla luce degli studi volti ad analizzare il rischio di vulnerabilità dei luoghi, corsi d'acqua e falde acquifere della zona.

La Toscana è Regione di Aree Protette con 3 Parchi Nazionali e la presenza di Parchi Regionali a sottolineare il valore d'insieme di luoghi e popolazioni tra natura e cultura. A sostegno di questi territori la CCTAM fa appello alla Costituzione e alla Repubblica che tutela il paesaggio.

Il Cai chiede che l'uso delle  Apuane, già fortemente segnate e modellate dal lavoro dei suoi abitanti, non sia legato a dinamiche locali ma che vengano riconosciuti i tanti valori, non a parole ma nei fatti, tutelando quello che c'è di una natura incontaminata, con le rocce battute dal vento, con le acque libere, con i ripidi pendii, le praterie la varietà delle specie floristiche e faunistiche presenti.  

Prossimo appuntamento l'8 novembre a Firenze organizzato dalla Rete dei Comitati per la Difesa del Territorio, con cui il Cai collabora. Il Cai sarà presente al Convegno con intervento della CRTAM al fine di sostenere le osservazioni presentate e sensibilizzare il Consiglio Regionale a tener conto delle indicazioni del Cai nella fase di analisi, inoltre il Cai è in grado di indicare possibili scelte sociali ed economiche che siano integrative alla monocoltura del marmo.

24 ottobre 2014  -   Autore: Filippo Di Donato
Presidente CCTam del Cai
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   3397459870

Aggiornamento Tam 2015 24 ottobre 2014 - Articolo completo - Il Cai per le Alpi Apuane

pdf 3 - 4 ottobre 2015 - 29.07 Apuane presentazione

pdf 3 - 4 ottobre 2015 - Iscrizione agg.to Apuane 2015 finale