Contenuto principale

20- 21 ottobre 2018 luglio 2018 - 2° Congresso Nazionale CAI TAM 2018 LA MONTAGNA E' ...20- 21 ottobre 2018 - 2° Congresso Nazionale CAI TAM 2018 LA MONTAGNA E' ...

FERMO - Sala Congressi Hotel Astoria - sono diventati 110 i soci iscritti

in collaborazione con GR CAI Marche e Sezione CAI Fermo

50 Anni CAI - TAM

E' il più importante appuntamento nazionale Cai-Tam del 2018 che guarda alla CCTAM 2020-2022.

Al via le iscrizioni al 2° Congresso nazionale Cai Tam.

Iscritti 2^ Congresso Nazionale CAI-TAM 2018
con 100 soci che hanno aderito

CASSETTA DEGLI ATTREZZI - Documenti utili agli iscritti al 2° Congresso Cai Tam 2018

Vi chiedo di diffondere la notizia, iscrivervi e far iscrivere.

E' il più importante appuntamento nazionale Cai-Tam del 2018 che guarda alla CCTAM 2020-2022.

word 20- 21 ottobre 2018 - Scheda iscrizione - 2° Congresso Nazionale CAI TAM 2018 LA MONTAGNA E' ...

La Scheda di iscrizione riporta l'elenco delle strutture ricettive di Fermo

pdf 20- 21 ottobre 2018 - 2° Congresso Nazionale CAI TAM 2018 LA MONTAGNA E' ...

pdf 20- 21 ottobre 2018 - Locandina - PIEGHEVOLE - 2° Congresso Nazionale CAI TAM 2018 LA MONTAGNA E' ...

pdf 20- 21 ottobre 2018 - Locandina - MANIFESTO - 2° Congresso Nazionale CAI TAM 2018 LA MONTAGNA E' ...

pdf 20- 21 ottobre 2018 - PROGRAMMA - 2° Congresso Nazionale CAI TAM 2018 LA MONTAGNA E' ...

 CAI e AMBIENTE

Le Fasi del 2° Congresso nazionale Cai Tam sono tre:

1) mattina di sabato 20 - Relazioni di apertura

2) pomeriggio di sabato 20 - 4 Gruppi di lavoro ai quali iscriversi (1.la Tam, 2.la comunicazione, 3.la sentinella, 4.il domani)

3) mattina di domenica 21 - Risultati dei Gruppi di lavoro con Discussione - Presentazione Elenco candidati CCTAM 2020-22  e Conclusioni

PROGRAMMA

sabato 20 ottobre 2018

9.00       Saluti istituzionali

RELAZIONI

9.30 - 10.15 - Economia e società nelle montagne italiane: un profilo di sostenibilità Giampiero Lupatelli Vice Presidente consorzio CAIRE

10.15 - 11.00 Gestione politica e tecnica della montagna - Giampiero Sammuri Presidente Federparchi     

11.00 - pausa caffè

11.30 - 12.15 Frequentazione turistica sostenibile della montagna - Andreina Maggiore Direttore Cai Nazionale

12.15 - 13.00 CCTAM 2020-2022- il Cai delle "terre alte" e delle "genti" - Filippo Di Donato Presidente CCTAM del Cai

 pranzo in Albergo

15.30 - 4 GRUPPI DI LAVORO su: la TAM, comunicare, fruire, progettare (fino alle 18.30/19.00) -

Gruppo 1, LA CAPILLARITÀ DEL CAI - la TAM: operatori, organizzazione territoriale e collaborazioni (Parchi, Università, Enti …) - carlo brambilla, renzo ruggia, roberto gandolfi

Tra gli obiettivi del CAI la coordinata presenza TAM in ogni Regione, armonizzando educazione, formazione e modalità operative, attraendo giovani e famiglie. Le azioni dei qualificati Tam includono elementi comuni ai soci frutto anche di una condivisa regolamentazione espressa dal Coordinamento OTCO e OTTO. Il percorso educativo/formativo ha come punto di partenza l'identità peculiare del CAI, costruita nel tempo a favore di cultura, territori e popolazioni delle "terre alte" che si traduce in efficace e duraturo impegno civile, socialmente utile, tra morale ed etica. Va riconosciuta la grande potenzialità delle intese e collaborazioni (Parchi, Università, Enti...) sottoscritte eattuate su base nazionale e regionale (principio di coesione).

Gruppo 2, ESSERCI SEMPRE E BENE - la comunicazione: INFEA, informazione, comunicazione e formazione - luca calzolari, claudio gerelli, valeria ferioli, maurizio florian

La tutela orientata alla sostenibilità (ambientale, sociale ed economica) è valore fondamentale e trasversale di cui tener conto nell’intera programmazione del Cai. Il CAI si pone come filtro culturale ed etico al variegato flusso di notizie sull'ambiente, circolanti su digitale e carta stampata. Il CAI promuove la comunicazione ambientale e la partecipazione attiva rivolta a soci e non soci in quanto primi strumenti di prevenzione e tutela dell’ambiente, per diffondere conoscenza, consapevolezza e sensibilità ambientale (principi di prevenzione e precauzione con riduzione del danno all'origine). La formazione è elemento strategico del Sodalizio (insieme a informazione ed educazione) e consolida identità e finalità del CAI. Ci si muove in linea con i contenuti della Costituzione italiana, delle Leggi nazionali e regionali che riconoscono funzioni e ruoli della Nostra secolare Associazione, del Bidecalogo e degli altri documenti statutari.

Gruppo 3, LA LIBERTÀ DI ANDARE PER MONTI - la sentinella: rispetto e frequentazione delle terre alte (sentieri, vie ferrate e rifugi, turismo sostenibile ), sostenibilità (capitale naturale, capitale culturale) - giorgio maresi , sandro mecozzi, luca tommasi

La fragilità della Montagna è sempre più evidente e il CAI invita a frequentarla in modo consapevole e rispettoso. La libertà dell'andare per monti è espressione di una cultura che insieme alle misure di sicurezza fa crescere sensibilità personale e soglia di attenzione alle condizioni al contorno (educazione ambientale). Il CAI assegna grande valore all'esperienza in ambiente sui sentieri, vie ferrate e nei rifugi (fase laboratoriale) e nelle Sezioni (fase comunicativa/organizzativa).Con l'esempio e l'esperienza si inducono, comportamenti responsabili per ambiente e sostenibilità. L'uso delle risorse non deve intaccare il capitale naturale e il capitale culturale, garanzia delle prossime generazioni (risorse finite e resilienza). L’agire umano, oggi condizionato dall'economia, dalla tecnica e dall'energia, deve essere improntato a “giusta misura” (senso del limite, turismo sostenibile).

Gruppo 4, LA VISIONE NAZIONALE DEL CAI - il domani: sentiero Italia, in cammino nei parchi, 150 casi, medimont , agenda 2030, CETS e altri …filippo di donato, miranda bacchiani, erminio quartiani, alleris pizzut

Il CAI, coerente con tradizione e identità delle terre alte, ribadisce la necessità di investire su infrastrutture materiali e immateriali, centri visite e musei, comunicazione e banda ultra larga, viabilità, servizi, cultura e scuole. L’azione del CAI,nazionale e unitaria, conserva e promuove per ogni area montana caratteristiche uniche, in termini di paesaggio e risorse (servizi ecosistemici).Si vogliono contrastare spopolamento e spaesamento, promuovere il ritorno nelle aree montane, incentivare gli investimenti e rendere la montagna un luogo attrattivo per le giovani generazioni e per coloro che vogliono fare impresa. Il Sistema delle Aree Protette, Rete Natura 2000, progetti nazionali come Sentiero Italia, in cammino nei parchi, 150 casi, medimont parks, montagna pulita, agenda 2030, CETS, villaggio degli alpinisti sono esempi di buona gestione (visione olistica e turismo educante).

- A seguire: Visita Centro Storico di Fermo e cena libera

--------------------------------------

domenica 21 ottobre 2018 - RELAZIONI CONGRESSUALI E CONCLUSIONI

9.00: Saluti

9.30: Inizio Lavori Congressuali -

- Relazioni introduttive dei coordinatori gruppi di lavoro

- Dibattito e Documento Lavori Congressuali

- Presentazione Elenco candidati CCTAM 2020-22

13.00: Conclusione Congresso

--------------------------------

APPENNINO CENTRALE E DOPO TERREMOTO

Nella visione nazionale dei temi sarà significativo il riferimento alle zone del terremoto, alle loro esigenze e al loro recupero chiedendo condivisione e partecipazione anche alle Aree Protette e a Federparchi.

Nel 2017 dal 24 al 27 agosto, sono state svolte le "Giornate Cai-Tam d'Appennino" - Progetto "Cai Tam per il bel paese" con eventi diversi tra Macerata, Camerino e Visso nel Parco nazionale dei Monti Sibillini

L'impegno assunto al termine dei lavori è stato quello di tornare nelle zone segnate dal terremoto per approfondire temi attuali sulla Montagna.

Di riferimento sono le azioni del Parco nazionale dei Monti Sibillini e per estensione territoriale quelle del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

-------------------------------------------

2° Congresso Nazionale CAI TAM 2018 - 20 e 21 ottobre a Fermo

"LA MONTAGNA E' …"

paesaggio e terre alte, cultura e tradizioni, bellezza e benessere, natura e felicità, fonte di energia, indicatore di cambiamento climatico, origine dell'acqua, ecosistemi, biodiversità e geodiversità, richiamo turistico e servizi diversi per tutti, uso integrato delle risorse, economia sostenibile, luogo di incontro e condivisione, tranquillità e stimolo per la mente, salute per il corpo …

ELENCO CANDIDATI PER COMPORRE LA CCTAM 2020-2022 

E' importante ricordiate che il 2° Congresso nazionale TAM è organizzato anche in previsione del rinnovo della CCTAM per il triennio 2020-2022.

Il 2° Congresso nazionale degli operatori TAM designerà quindi una rosa di candidati all’interno della quale il CCIC nominerà i componenti la CCTAM 2020-2022.

Vi chiedo quindi di adoperarvi per raccogliere e far pervenire le adesioni di soci Cai interessati a comporre la nuova CCTAM 2020-2022.

Vi ricordo che il REGOLAMENTO PER GLI ORGANI TECNICI OPERATIVI CENTRALI E TERRITORIALI prevede all'art.6 la possibilità che siano candidati anche soci Cai NON TITOLTI TAM a fronte di documentate competenze acquisite. Va fatto presente che un impegno Cai nazionale presuppone competenza, disponibilità e attenta conoscenza del Cai.

REGOLAMENTO PER GLI ORGANI TECNICI OPERATIVI CENTRALI E TERRITORIALI Approvato dal CC nella seduta del 26 novembre 2016,adeguato alle modifiche all’Art. 32 del Regolamento generale approvate dal CC nella seduta del 4 febbraio 2017.

Articolo 6

  1. Per gli OTCO dotati di figure titolate è previsto, quale requisito per la nomina, il possesso del titolo. Tale requisito non è indispensabile per i componenti degli OTCO Comitato scientifico centrale e Tutela ambiente montano, per quest’ultima eccezion fatta per il presidente, a fronte di documentate competenze acquisite.